Dal Dipartimento di ingegneria industriale università degli studi di Napoli, Federico II ai circuiti di tutto il mondo. Così, il progetto sviluppato dalla start-up MegaRide sta conquistando le case automobilistiche e motociclistiche che si affidano alla sua tecnologia per il miglioramento delle performance nel campo dei pneumatici e non solo.

Tra le collaborazioni avviate con successo dallo spin-off accademico nato nel 2016, tanto per fare qualche nome, spiccano aziende come Ducati per la MotoGp, Audi Sport per i campionati Dtm e Formula E, Pirelli, GoodYear, Mahindra e Maserati.

La collaborazione tra Megaride e la casa del tridente, ad esempio, contempla lo sviluppo di modelli innovativi sul contatto pneumatico-strada, implementati nella nuova struttura del Maserati Innovation Lab.

Grazie alle potenzialità di calcolo di quest’ultimo, MegaRide realizzerà pneumatici virtuali che restituiscono al pilota e al team di sviluppo sensazioni e dati legati al raggiungimento della temperatura in cui è possibile ottenere il grip ottimale.

In questo modo, il livello avanzato di simulazione e realismo potranno offrire agli specialisti della Maserati la possibilità di un più accurato e raffinato sviluppo della dinamica del veicolo.

La partnership tra le due aziende è l’evoluzione di collaborazioni tecnico-scientifiche e di ricerca finalizzate all’individuazione delle condizioni ottimali di aderenza per mezzo di simulazioni real-time.

Queste ultime rappresentano, infatti, il principale campo di applicazione delle metodologie messe a punto da MegaRide, specializzata nell’elaborazione di modelli per l’ottimizzazione dell’interazione pneumatico-veicolo-suolo e di altre applicazioni attualmente in fase di sviluppo.